Pensiamo al campo invernale?

Dopo una estate inedita che ci ha visti protagonisti di un Summerlife all’insegna di tante nuove regole e comportamenti e numeri ben più piccoli rispetto a quello che abitualmente vediamo ogni estate, dopo l’assenza dei tanto attesi campi estivi al mare, cancellati a causa delle problematiche di gestione e sanitarie insieme, ora si avvicina il tempo in cui pensare ad un altro appuntamento ormai fisso da anni: il campo invernale.

Siamo ripartiti aprendo l’oratorio, incontrandoci durante la festa di queste settimane, sono ripartite le scuole e tra poco il catechismo…insomma tutto sta pian piano cercando di rientrare nella normalità nonostante le incognite che ci può riservare questo tempo.

E’ anche il tempo per mettere in cantiere il campo invernale: scegliere la meta, la struttura che ci ospita, i luoghi da visitare, le piste da slittino più vicine ecc.

Ma prima di lasciarmi guidare solo dall’entusiasmo, penso sia doveroso avere un riscontro da parte di voi famiglie sull’eventuale interesse a questa proposta (in modo particolare quest’anno). Proposta che ricordo in questi anni è sempre stata realizzata in case autogestite nel periodo comprendente la fine dell’anno, vivendo momenti di gioco, preghiera, riflessione, uscite sulla neve…proprio come in una grande famiglia. Vorrei anche poter ascoltare i vostri suggerimenti o le vostre preoccupazioni. Forse insieme riusciremo a trovare il modo adatto per far vivere anche quest’anno una bella esperienza ai vostri figli.

Vi chiedo quindi, se siete interessati, di compilare il link qui sotto entro il 30 settembre così da capire come muovermi.

Grazie, don Matteo